Image

Quanto è urbana l’economia? - Bookcity

Quanto è urbana l’economia? - Bookcity

Venerdì 22 Novembre, presso Palazzo Turati, sede della Camera di Commercio di Milano, si terrà, all'interno della rassegna "Bookcity 2013",la conferenza "Quanto è urbana l’economia?". Il progetto è dedicato al libro, alla lettura e ai lettori, considerati come motori e protagonisti dell’identità della città e delle sue trasformazioni nella storia passata, presente e futura.

La conferenza vedrà la presentazione della nuova testata della Camera di Commercio di Milano: “Imprese&Città”, che vedrà la partecipazione di Carlo Sangalli, presidente della Camera di Commercio di Milano, Giulio Sapelli, storico dell’economia e Paolo Perulli, sociologo.

Si discuterà della prima fondamentale questione: le connessioni e le influenze reciproche di queste due fondamentali dimensioni: l’impresa e la città.

Si dice che “il mercato si tiene sempre sulla piazza del Municipio”, perché in fondo mercato-economia e civitas-città sono due facce della stessa medaglia: il vivere insieme. Imprese e città sono funzionali le une alle altre e lo saranno sempre di più in futuro.

Proprio da questo presupposto – un legame antico e modernissimo, capace di spiegare molto – è nata l’idea della nuova testata della Camera di Commercio di Milano: “Imprese&Città”.

Al centro degli studi e delle analisi della nuova rivista c’è la realtà economica, sociale e imprenditoriale milanese-lombarda che viene considerata sempre in un contesto di confronti nazionali e di comparazioni internazionali.
Parlare di Milano significa parlare di una città-regione che contribuisce per il 20% al PIL nazionale (la sola provincia di Milano per il 10%) ed è di fatto la realtà economico-industriale più avanzata del Paese. Una realtà economica molto complessa e diversificata, in grado di attrarre flussi e risorse.

 

L'evento si svolge nella
Sala Consiglio e Sala VoltaSala Consiglio e Sala Volta

Arredata con poltroncine in velluto rosso, la sala Consiglio offre un ambiente particolarmente accogliente, grazie anche alla sua caratteristica forma semicircolare.